Il 24 gennaio 2014 (Legge di Stabilità, comma 680 dell’articolo unico) scade il pagamento della maggiorazione TARES 2013.
Chi ha ricevuto il bollettino postale lo utilizza per effettuare il versamento al Comune o alla società che gestisce i rifiuti; per la maggiorazione allo Stato, invece, si usa l’F24.
Chi non avesse ricevuto nulla e volesse fare da sè deve moltiplicare i metri quadri degli immobili assoggettati alla tassa (casa, garage..) per 30 centesimi: si ottiene l’importo dovuto, da pagare tramite codice tributo 3955 con F24 ordinario o semplificato (sezione “EL”, rateazione “0101″, anno di riferimento “2013″ nei modelli pre-compilati è barrata la casella “saldo” ma gli F24 online non accettano questa scelta, per cui o si stampa e si va alla posta o non si barra).

Esempio:
Calcolo importo. Per una casa di 80 mq + garage di 14 mq, l’importo da pagare è di euro 28,2 (94 * 0,30 euro).

Sanzioni e interessi

Secondo il comma 4 bis, articolo 5, Dl 102/2013 (con le disposizioni in materia di TARES), «nel caso in cui il versamento relativo all’anno 2013 risulti insufficiente, non si applicano le sanzioni previste in tale ipotesi, qualora il Comune non abbia provveduto all’invio ai contribuenti dei modelli di pagamento precompilati in base all’applicazione delle disposizioni regolamentari e tariffarie di cui al presente articolo».

Contatti